7 punti per votare SI al Referendum del CCNL dei Ferrovieri

Tutti i lavoratori del Gruppo FS, delle Imprese Ferroviarie e degli Appalti Ferroviari, nei giorni 30-31 luglio e 1-2 agosto 2012 votano per la validazione dell’ipotesi di accordo del 20 luglio per il rinnovo del Contratto della Mobilità/Area Contrattuale Attività Ferroviarie.

I lavoratori del Gruppo FS, negli stessi giorni votano, altresì, per la validazione dell’ipotesi di accordo sul rinnovo del Contratto Aziendale FS, accordo integrativo di secondo livello del medesimo CCNL.

Nel corso delle ultime settimane sono stati discussi nelle assemblee e nelle altre iniziative sindacali svolte nei luoghi di lavoro il contenuto degli accordi e valutato il loro ruolo fondamentale per la tutela del lavoro e del reddito della categoria.

A conclusione di questo percorso di dibattito e di approfondimento nella categoria, le Segreterie Nazionali Filt-Cgil Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Fast sottopongono al giudizio dei lavoratori il Contratto della Mobilità/Area Contrattuale Attività Ferroviarie e, per i soli lavoratori di FS, il Contratto Aziendale Gruppo FS.

A tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori viene affidata la parola conclusiva sulla parte della vertenza contrattuale che riguarda le Attività Ferroviarie, mentre la vertenza contrattuale prosegue e si intensifica per la parte riferita al Trasporto Pubblico Locale, non ancora rinnovata nell’ambito del nuovo CCNL unico della Mobilità.

Per gestire al meglio una stagione difficile per il lavoro nel Paese e per tutelare le lavoratrici e i lavoratori di questo settore VOTA SI!

  • SI perché con l’accordo del 20 luglio si accelera il processo di costruzione del CCNL della Mobilità, come strumento unico di tutela del settore;
  • SI perché il CCNL della Mobilità/Area Contrattuale Attività Ferroviarie contribuisce a regolare i processi di liberalizzazione nel trasporto regionale, nel trasporto ferroviario a mercato passeggeri e merci e nel trasporto ferroviario universale;
  • SI perché dopo la firma del CCNL le imprese degli appalti ferroviari avranno, attraverso i committenti, nuovi obblighi sull’applicazione delle clausole sociali;
  • SI perché con questo rinnovo si applica per tutto il settore un’unica normativa base su tutti gli elementi tipici della contrattazione collettiva nazionale (sistema relazioni sindacali, costituzione del rapporto di lavoro, classificazione professionale, orario di lavoro, svolgimento del rapporto di lavoro, retribuzione);
  • SI perché i miglioramenti economici sulla parte fissa e sulle competenze accessorie sono, all’una tantum, una risposta adeguata alla tutela del reddito, in una fase economica e sociale così difficile per il Paese;
  • SI perché il Contratto aziendale del Gruppo FS rilancia la contrattazione aziendale nelle unità produttive, con numerosi rinvii attuativi sugli orari e sull’organizzazione del lavoro;
  • SI perché con l’introduzione del nuovo istituto retributivo denominato “salario di produttività” e del Welfare aziendale si allarga la tutela del reddito delle lavoratrici e dei lavoratori del Gruppo FS.

Per queste ragioni e per i contenuti contrattuali sottoposti a referendum le Segreterie Nazionali chiedono alle lavoratrici e ai lavoratori coinvolti nella consultazione di esprimere un SI convinto agli accordi del 20 luglio 2012.

VOTARE IN TANTI, IN TANTI VOTARE SI!

 

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy