bonus bebè – assegno di natalità 2020

L’assegno di natalità,  detto anche  “Bonus Bebè, è un contributo economico riconosciuto per ogni figlio nato o adottato o in affido preadottivo dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre dello stesso anno. In caso di nascite gemellari o adozioni o affidi  plurimi , occorre presentare una singola domanda per ogni figlio nato o adottato.

L’assegno è anche detto universalistico perché erogato a tutte le famiglie, senza limite di ISEE ma rimodulato su tre scaglioni in base alle soglie di reddito con una maggiorazione del 20% in caso di figlio successivo al primo. Il bonus annuale è corrisposto dall’INPS  in dodici mensilità nella modalità indicata nella domanda (conto corrente, bonifico domiciliato, ecc.)

Il contributo non concorre alla formazione del reddito complessivo ai fini IRPEF.

 

Valore ISEE                        bonus bebè primo figlio                                   bonus bebè dal secondo figlio in poi 

fino a 7.000 euro                 160 euro al mese (1.920 euro annui)                 192 euro al mese (2.304 euro annui

da 7.001 a 40.000 euro       120 euro al mese (1.440 euro annui)                 144 euro al mese (1.728 euro annui)

superiore a 40.000 euro      80 euro al mese (960 euro annui)                     96 euro al mese (1.152 euro annui)

Per il 2020, in assenza di ISEE in corso di validità al momento della presentazione della domanda, l’assegno di natalità potrà ugualmente essere corrisposto, ma nella misura minima di 80 euro al mese oppure di 96 euro al mese in caso di figlio non primogenito. L’importo dell’assegno potrà successivamente essere integrato della differenza eventualmente spettante, in seguito alla ricezione da parte dell’INPS della dichiarazione ISEE mancante.

  • termini per la domanda 

La  domanda deve essere presentata da uno dei genitori entro 90 giorni dall’evento ( nascita,  data di ingresso del minore nel nucleo familiare a seguito di adozione o affidamento preadottivo) avvenuti tra il 1° gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2020. In tale caso la prestazione è riconosciuta a decorrere dal giorno di nascita o di ingresso nel nucleo familiare del minorenne (art. 4 del D.P.C.M. del 27/02/2015). Se la domanda è presentata oltre i termini di 90 giorni, l’assegno decorre dal mese di presentazione della domanda.

 

  • requisiti per la domanda

 

cittadinanza italiana, comunitaria o extracomunitaria se in possesso di permesso di soggiorno UE

status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria

residenza in Italia del genitore richiedente e convivenza con il minore

 

  • come inoltrare la domanda

La domanda di assegno deve essere inoltrata  in via telematica ( se in possesso di Pin dispositivo) direttamente sul sito www.inps.it -sezione famiglie- genitori – bonus bebè

trasmessa da una casella di posta elettronica certificata (PEC) alla casella PEC della Struttura INPS territorialmente competente

attraverso il contact center INPS

rivolgendosi al  CAF Cisl più vicino- https://www.inas.it/trova-sede/

 

approfondimenti:

www.inps.it – circolare INPS 14 febbraio 2020, n. 26

https://www.inas.it/servizi-per-te/famiglia/

BENVENUTO-A - Copia
Privacy Policy Cookie Policy