Futuro di ATAF: l’incontro in Palazzo Vecchio

Si è svolto ieri pomeriggio in Palazzo Vecchio a Firenze l’incontro tra l’Assessore al Traffico Stefano Giorgetti, la RSU di Ataf Gestioni, le Segreterie Provinciali delle OO.SS. e la Dirigenza di Ataf Gestioni Srl. Grande assente il Sindaco, che non si è presentato neppure per un saluto.

Durante la riunione è stato affrontato il tema del futuro di Ataf, soprattutto in conseguenza alla partenza delle linee 2 e 3 della tramvia. Quanti chilometri perderà Ataf e che ricadute eventuali si avranno sui posti di lavoro? La richiesta molto forte della RSU e delle OO.SS. è stata quella di fare la massima chiarezza e di mantenere gli attuali chilometri di esercizio. Anche perché non è possibile un trasferimento di personale tra Ataf e Gest, come è successo per l’esercizio della linea 1 nel 2010.

L’altro argomento all’odg era la verifica dell’accordo dell’11 maggio scorso, sottoscritto in Comune. La RSU ha denunciato la mancanza di tutela dei percorsi delle linee, in particolare nella zona della Stazione SMN dove i blocchi della circolazione sono contuinui e insopportabili, rendendo vano l’accordo dell’11 maggio e accentuando troppo la tensione nei confronti degli autisti.

Le risposte dell’Assessore sono state insoddisfacenti e legate ad altre incognite. I chilometri futuri di Ataf non sono certi, il progetto del Comune è quello di mantenerli ma solo in conseguenza della stipula del contratto ponte di due anni, da parte della regione Toscana, con le attuali aziende di trasporto. E se il contratto non si facesse? Nessuna certezza e tutto da rifare.

Idem per la Stazione. Il Comune chiede tempo per lo studio dei flussi di traffico. Le OO.SS. si sono sentite prese in giro visto che il problema dura da mesi ed è ampiamente conosciuto. A maggior ragione quando hanno proposto di dirottare il traffico privato nei parcheggi limitrofi al centro, per non congestionare la Stazione, ricevendo però solo vaghe risposte.

L’azienda ha cercato, in conclusione dell’incontro, di fare una mediazione affermando che nel giro di 15 giorni si potrebbe essere in grado di avere i dati necessari alla risoluzione dei problemi esposti. Già oggi la regione ha convocato le aziende per un nuovo incontro propedeutico alla stipula del contratto ponte. Pertanto è stato fissato un ulteriore incontro con il Sindaco (?) per il 18 ottobre. Le OO.SS. non andranno oltre per conoscere le intenzioni dell’amministrazione su Ataf e sui Lavoratori.

 

Firenze, 26 settembre 2017

Coordinatore FIT-CISL Firenze Gianluca Mannucci

Privacy Policy Cookie Policy