Nessun accordo sulla riduzione dei riposi weekend!

capotrenoIn data odierna le Segreterie Nazionali hanno proseguito il confronto con la direzione della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia rispetto alla richiesta aziendale di modifica del regime contrattuale di fruizione dei riposi settimanali.

La proposta aziendale di riduzione dei riposi week-end da 14 a 12 conseguente agli squilibri prodotti dalla fruizione di un numero eccessivo di riposi quali-quantitativi sulle giornate di sabato non ha prodotto alcun accordo. In attesa di nuovi apporti, le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto alla Direzione di attuare tutte le misure gestionali disponibili all’interno del perimetro contrattuale al fine di evitare soppressioni di treni per carenze di personale, attivando anche i tavoli territoriali dove proseguire il confronto con le strutture regionali per la ricerca di soluzioni condivise che contemperino le esigenze aziendali con le richieste sindacali su turni e logistica.

L’Azienda ha infine informato le OOSS che, a seguito di valutazioni in corso su soluzioni di riequilibrio degli organici da attuare attraverso mobilità interdivisionale, geografica e professionale, le assunzioni da mercato sono state temporaneamente interrotte. Il Sindacato ha pertanto richiesto che il confronto prosegua nell’alveo delle previsioni contrattuali.

Roma, 28 luglio 2015

FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI UGL TAF FAST Ferrovie

Segreterie Nazionali

Privacy Policy Cookie Policy