Nota unitaria su Deif 4.6 di Trenitalia

capotrenoLe scriventi Segreterie Nazionali, sono venute a conoscenza dell’emissione, da parte della DT di Trenitalia, della DEIF n.4.6 del 12.01.2015 (in vigore il 13.01.2015) che annulla e sostituisce la DEIF n.4.5 del 08.03.2013.

Sottolineano nell’occasione la repentina entrata in vigore di tale disposizione, che nel modificare la normativa da adottare dal personale di scorta in caso di anormalità del controllo centralizzato della chiusura porte, non garantisce il recepimento, da parte del personale interessato, della modifica alle disposizioni vigenti.

Nel sottolineare che la nuova disposizione non tiene conto di quanto concordato, con codesta Società, in materia di squadra minima in caso di guasto blocco porte, si evidenzia che tale modifica riduce “le necessarie mitigazioni dei rischi” raccomandate dalla nota di ANSF del 04.02.2013.

La nota ANSF, recepita dalla DEIF 4.5 citata, dispone un’adeguata sorveglianza nel pieno rispetto dei principi del decreto ANSF n.4/2012, indipendentemente dal numero delle vetture in composizione in caso di guasto blocco porte.

Inoltre, suscitano particolari preoccupazioni i contenuti della DEIF 4.6 in relazione agli obblighi assegnati al PdA in merito alla gestione di eventuali degradi del sistema blocco porte.

Infine, le scriventi, chiedono il ritiro della DEIF n.4.6 del 12.01.2015, la riattivazione di quanto in precedenza previsto in materia di convogli composti da veicoli attrezzati con sistemi di comando e controllo centralizzato delle porte e il ripristino delle procedure sindacali definite nel merito con la DT di Trenitalia.

Cordiali saluti.

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy