Piove nel treno, Boni (Fit-Cisl): la responsabilita è tutta dell’azienda

In treno, con lombrello“Non si dia la colpa ai lavoratori. Da anni chiediamo assunzioni e investimenti sulla manutenzione dei rotabili. A Osmannoro abbiamo dato disponibilità a lavorare h24, ma non si può perché manca il personale.”

COMUNICATO STAMPA

“Da anni stiamo incalzando Trenitalia su un piano di assunzioni e investimenti sulla manutenzione rotabili. Non ci sono state risposte se non quelle di continuare a mandare via persone ed a esternalizzare le lavorazioni senza un controllo reale dei processi manutentivi.”

Così il segretario generale della Fit-Cisl della Toscana, Stefano Boni, commenta la notizia dei passeggeri in treno con l’ombrello stamani sul treno Aulla-Pisa.

“Su quella tratta ci sono treni che hanno almeno 30 anni di vita e quindi la manutenzione non è in grado di riparare tutte le magagne –aggiunge Boni-. Inoltre Trenitalia si rifiuta di confrontarsi su manutenzione e acquisto nuovo materiale.

E non si dia la colpa ai lavoratori: noi abbiamo sottoscritto un accordo per fare manutenzione all’Osmannoro lavorando in turni 24 ore su 24. Poi però non lo si può rendere esecutivo per mancanza di personale !

La responsabilità quindi è tutta nel gruppo dirigente, della Toscana e ancor più di quello romano, che non vogliono investire nonostante la Regione Toscana sul tpl investa centinaia di milioni.”

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy