Manifesto contro la violenza sulle donne – Ancora tragici i dati su fenomeni di violenza in Italia e nel mondo

La 57° Conferenza Mondiale delle Donne, dell’ONU, così come le Campagne del sindacato mondiale CIS e di quello europeo CES, quest’anno sono dedicate al contrasto di ogni forma di violenza contro le donne. Nel mondo, i numeri del fenomeno sono agghiaccianti: 603 milioni le donne che vivono in Paesi dove la violenza domestica non è considerata un crimine; circa 140 milioni le ragazze e le donne che hanno subito la mutilazione genitale femminile; 60milioni sono le vittime del fenomeno delle spose bambine; 800 mila ogni anno le vittime di tratta sessuale; 1 donna su 4 ha subito violenza durante la gravidanza; 7 donne su 10 sono state vittima di violenza sessuale e psicologica durante il corso della vita. Purtroppo anche in Italia, i dati mostrano la loro tragicità. Solo nel 2012, sono oltre 120 le donne che hanno pagato con la vita un atto di violenza.

La Cisl è da tempo impegnata nel contrastare ogni forma di violenza, come si legge anche nella “Piattaforma Cisl per la prevenzione e il contrasto della violenza contro le donne e i minori”, ed in questa occasione esprime la volontà di contrassegnare tutti gli appuntamenti del 2013, con un richiamo forte alla società civile e alle Istituzioni in uno sforzo comune a prevenire, contrastare ed eliminare questo bieco fenomeno e ribadire che il femminicidio non è un fatto privato delle donne ma un fenomeno che tocca noi tutti, perché la violenza sulle donne uccide anche la nostra dignità. L’obiettivo è dunque, dire NO ad ogni tipo di violenza sulle donne attraverso l’impegno quotidiano perché solo uniti possiamo porre fine ad un così vile fenomeno

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy