Negativo l'incontro con NTV

L’esito del confronto sindacale di ieri è stato, nel complesso, negativo.

Le materie in discussione sono state:

  • reperibilità e disponibilità
  • free pass (Italo pass)
  • diritti e rappresentanze sindacali

Sulla reperibilità e disponibilità di tutto il personale, escluso il personale mobile (macchina e bordo), la discussione ha portato alla definizione di un testo che però non è stato sottoscritto.

La mancata sottoscrizione del testo in parola, il quale è perfettamente aderente a quanto stabilito in materia dal CCNL, è dovuta al fatto che non è stato possibile contestualmente precisare le regole applicabili al personale mobile.

A tale proposito vi è da sottolineare che nel corso della trattativa siamo stati informati dell’emanazione di una IO (Istruzione Operativa) con decorrenza immediata ed emanata contemporanea alla pubblicazione dei turni, la quale conteneva la regolazione unilaterale di alcuni istituti assolutamente originali, peraltro non previsti né da CCNL AF né dal C.A. di NTV.

In tal senso, la proposta sindacale è stata quella di chiedere il ritiro della predetta IO ed affrontare il tema insieme alle rappresentanze sindacali che nel frangente sarebbero state attivate attraverso un accordo da sottoscrivere nella stessa riunione in corso.

Si sarebbe trattato, dunque, di rinviare la discussione ad altro prossimo e immediato momento con lo scopo di regolare congiuntamente gli istituti inclusi nell’Istruzione Operativa, regole che sarebbero state utili ad una programmazione dei turni rispettosa però di criteri e condizioni condivise.

L’azienda si è opposta a questa richiesta sostenendo che non è possibile ritirare e nemmeno sospendere la I.O., dichiarandosi disponibile ad integrare eventualmente la disposizione con un eventuale accordo sindacale.

Sul titolo di viaggio “italo pass” il sindacato ha chiesto l’estensione dell’accesso gratuito ai treni oltre che al nucleo familiare del lavoratore anche ai genitori seppure non conviventi.

Sulle Rappresentanze Sindacali, benché la discussione è attivata da tempo, l’azienda ancora stenta ad entrare nel merito dei meccanismi di funzionamento delle rappresentanze stesse.

Si conferma dunque la tendenza dell’azienda a procrastinare qualsiasi decisione nel merito dei problemi evidenziati dal sindacato come urgenti, spostando sempre in avanti il momento della definizione delle soluzioni alle tante questioni che inaspriscono sempre più le già critiche condizioni di lavoro in NTV.

A fronte di tale tendenza, come Organizzazioni Sindacali, formalizzeremo nei prossimi giorni specifiche proposte atte a trovare le corrette soluzioni sia per i rinvii contrattuali che per le criticità riscontrate.

Roma, 21 febbraio 2012

Le Segreterie Nazionali

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy