Trasporti, Luciano (Fit-Cisl): «Passera scenda dall’Olimpo montiano e si confronti»

«Ci piacerebbe poterci confrontare per dimostrare la fondatezza delle nostre tesi, invece di dover leggere solo annunci sulla stampa di qualcuno che sta sull’Olimpo e non si degna di scendere tra i comuni mortali che si occupano, da sempre, da tecnici – questi sì – di trasporti». Con queste parole il Segretario Generale della Fit-della Cisl ha risposto al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera, che ha dichiarato ieri, in commissione Industria del Senato, di concordare «sull’urgenza di un’autorità dei trasporti» e «sulla necessità di garantire l’autonomia finanziaria dei porti».

Il leader della Federazione Trasporti della Cisl ha invitato Passera a porre «all’attenzione Sua e del Governo lo sciopero generale del settore dei trasporti previsto per il prossimo 1 marzo e di cui non sembra essersi accorto pur essendo il destinatario principale della mobilitazione» e ha continuato con un un invito al confronto «per poter dimostrare la fondatezza delle tesi di Fit, Filt e Uilt».

E Luciano ha concluso poi rispondendo ancora a Passera sulla questione Tirrenia: «Esiste un pericolo imminente per la privatizzazione che potrebbe essere messa in discussione da Bruxelles con la perdita di oltre 2mila posti di lavoro – quasi tutti a Napoli – e con ricadute anche sulla cantieristica di quella zona».

«Intessano agli dei dell’Olimpo montiano questi problemi? O alla fine i problemi saranno solo nostri?»: è la domanda indirizzata all’Esecutivo dal sindacato dei trasporti della Cisl.

Roma, 10 febbraio 2012

Privacy Policy Cookie Policy