Giovanni Luciano: firmato nuovo contratto più welfare, migliore produttività

E’ stato firmato oggi, presso l’Auditorium della Confindustria a Roma, il nuovo contratto della mobilità/attività ferroviarie, insieme a quello del gruppo FS, per il 2012-2014. Si conclude così una lunga e complessa vertenza che ha impegnato Agens, Sindacati e Gruppo FS per alcuni anni e fissa un elemento di grande rilievo in una moderna articolazione del lavoro ferroviario.

Il contratto firmato oggi -sottolinea il Segretario Generale Giovanni Luciano- che sarà sottoposto a referendum dei lavoratori negli ultimi giorni del mese di luglio e i primi dell’agosto prossimo, costituisce un importante punto di riferimento nel contesto dei trasporti, soprattutto se si considera la gravissima crisi che attraversa il settore e mette in difficoltà aziende e lavoratori.

Il nuovo contratto -precisa Giovanni Luciano- è tutto giuocato su una positiva relazione tra produttività e salario, consente all’impresa di competere in modo agile sul mercato, offre ai lavoratori nuove forme di tutela e aumenti salariali attesi da molto tempo.

Il modello contrattuale -ribadisce Giovanni Luciano- amplia la sfera del welfare per i lavoratori, valorizza le attività professionali, lega una cospicua parte variabile del salario a reali aumenti di produttività.

Consideriamo questo accordo con grande favore -aggiunge Giovanni Luciano- vista la preoccupante situazione in cui versa l’intera galassia dei trasporti.

Ci auguriamo – conclude il Segretario Generale della Fit-Cisl – che molte altre vertenze possano nei prossimi mesi trovare adeguata soluzione con una analoga architettura di quella raggiunta per mobilità/attività ferroviarie e Ferrovie dello Stato italiane: produttività, welfare, lavoro. Sarebbe un bene non solo per centinaia di migliaia di occupati nei trasporti, ma favorirebbe in modo incisivo e diretto una reale ripresa dell’economia italiana

Fonte: Fit Cisl Nazionale

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy