La FIT CISL Toscana chiede scusa ai cittadini per lo sciopero dei ferrovieri dell'8 Luglio

ALLA CITTADINANZA

Il giorno 8 luglio 2011 dalle ore 9 alle ore 17 i ferrovieri della Toscana che operano nella struttura del Trasporto Locale Ferroviario, incroceranno le braccia.

Ci scusiamo subito con i cittadini e pendolari per i forti disservizi che verranno creati, ma il sindacato è fortemente preoccupato sia per i tagli che verranno effettuati nei prossimi mesi sia nel 2012.

Quali i problemi;

  • Mancano all’appello circa 80 persone tra capi treno e macchinisti con il risultato che si stanno sopprimendo una quantità enorme di treni regionali e metropolitano.
  • La manutenzione dei rotabili fa acqua da tutte le parti: mancano circa 500 operai presso lo stabilimento di Osmannoro dove si fa anche la pulizia dei treni; inoltre mancano circa 100 operai negli altri due stabilimenti di Pisa e Siena.

La situazione è aggravata dalle aggressioni nei confronti dei Capitreno, da parte dei viaggiatori, sia nel numero delle frequenze, sia per la violenza usata.

Per tutto quanto sopra diciamo basta e rivendichiamo:

  • Trenitalia; assunzioni di personale, sia Capi Treno, Macchinisti che operai per la manutenzione per non fare sopprimere i treni regionali/metropolitani; assunzioni per migliorare ed aumentare le ore dedicate alla manutenzione e pulizia dei rotabili;
  • Regione Toscana;
    • stanziamenti per rinnovare il parco rotabili;
    • un programma d’interventi per migliorare la sicurezza dei treni anche coinvolgendo le forze dell’ordine.
    • annullare il taglio previsto di 15 treni sulla direttrice del Valdarno rimodulando il servizio a favore dei pendolari,

Siamo determinati a proseguire la nostra protesta, e se nelle prossime settimane non vedremo azioni positive o segnali in controtendenza a quanto denunciato, saremo, nostro malgrado, costretti ad indire nuove giornate di mibilitazione.

La Segreteria Fit Cisl Toscana

Privacy Policy Cookie Policy